Le mille sfumature di turchese!

Già da quando ci si imbarca sul volo per Tahiti si comincia a respirare “profumo” di Polinesia. L’Air Tahiti Nui, compagnia di bandiera per quanto riguarda i voli intercontinentali ha, a mio avviso, i colori più belli e rilassanti che si possano trovare a bordo di un aeromobile: poltroncine verde acqua marina, cuscini coloratissimi, riproduzioni di Gaugin alle pareti e personale di cabina con divise ispirate ai colori del mare e del cielo della Polinesia che ti fanno pensare di essere già arrivati, anche se in realtà il volo non è tra i più brevi: circa 22 ore di volo più uno stop obbligato a Los Angeles: poco importa, la testa è già in viaggio, a 16mila km di distanza, a 12 ore di fuso orario, lontano da tutto e da tutti. Tutti i posti sono dotati di intrattenimento di bordo e carica cellulari, rilassatevi e godetevi il volo, passerà più velocemente!

Se sul volo ci si comincia a sentire già in pieno Oceano Pacifico, appena scesi dall’aereo non ci sono dubbi: clima caldo e piacevolissimo, l’accoglienza in aeroporto è vera polinesiana con musica dal vivo dai ritmi invitanti. La stanchezza del viaggio è già un ricordo: siamo in Polinesia!!!

Un sogno chiamato Polinesia: l’arrivo a Tahiti!

Sfumature di verde e azzurro a Moorea!

Moorea è per me l’isola dei colori e dei fiori, un’isola che ti affascina per la maestosità dei suoi picchi inaccessibili e lussureggianti che si stagliano su bellissime baie turchesi; per le sue ricche piantagioni di ananas, per il suo essere meta completa per veri viaggiatori. Moorea è un’isola che offre molto più del bellissimo e più rinomato mare della Polinesia, ma soprattutto regala ai visitatori la possibilità di capire la storia dell’arcipelago, di come fosse in passato e capire come sarà un giorno lontano da noi. E’ un’isola che richiama turisti con occhi curiosi, che vogliono conoscere la destinazione nella sua completezza immergendosi nella storia e nella cultura polinesiana.

Moorea, insieme a Tahiti, è una delle isole più giovani dell’arcipelago, caratterizzata dalle due profonde baie di Cook e Opunohu, che le conferiscono questa caratteristica forma a farfalla. La laguna è ampissima e la barriera corallina che la contorna è interrotta da 9 pass naturali, anticamente letti di altrettanti fiumi che con lo scorrere di acqua dolce non hanno permesso che la barriera si formasse. Questo permette oggi un ricambio naturale di acqua nella laguna e un passaggio facilitato per le numerose specie di pesci e mammiferi che popolano le ricche acque della Polinesia.

Durante la giornata che dedicherete alla visita dell’isola potrete divertirvi facendo un simpatico jeep safari che tocca prima le bellissime baie viste dalla costa, per poi giungere alle ricche piantagioni di ananas dove conoscerete tutto il procedimento di quella che è, dopo il turismo, la principale economia dell’isola di Moorea. Da qui salendo si arriverà a scoprire dei punti panoramici con una vista spettacolare su entrambe le baie, e poi il tempio sacro parte dell’antichissima e interessante cultura Maori, il giardino botanico, la piantagione di vaniglia e il gustoso assaggio di marmellate locali: ananas e vaniglia spettacolari!!!

Qualsiasi tipologia di struttura scegliate, la natura la farà da padrona. I bungalow dei resort sono immersi in giardini fioritissimi e profumatissimi, gli overwater su lagune calme e azzurre da dove potrete, perché no, godervi un bagno in solitudine prima di iniziare la giornata. Le spiagge bianche sembrano invitarvi ad un bagno di sole o ad una piacevole passeggiata al tramonto.

Tutto questo è Moorea, da dedicarci almeno 3 notti, per assaporare appieno tutte le sue meraviglie, per l’avventura, per il relax, per la cultura, per i sapori, per i colori, per gli arcobaleni sulle montagne, per il bagno con i delfini… per ciò che più vi aggrada; perché il viaggio è un’esperienza molto personale ed è giusto che ognuno di noi scopra in fondo al proprio cuore cosa più lo fa stare bene e lo possa ricercare nei luoghi che visita. Moorea saprà far breccia nel vostro cuore… come, lo potrete scoprire voi!

Sfumature di verde e azzurro a Moorea!

Profumo di vaniglia a Taha’a!

Già sorvolando Raiatea e Taha’a, l’impressione che si ha è quella di arrivare in una località magica. In effetti Raiatea, un tempo chiamata Hava’i, è conosciuta come la sede degli Dei; prima isola Polinesiana ad essere popolata, ospita il più spettacolare “marae” del triangolo Polinesiano chiamato Taputapuatea, ed è ancora oggi pellegrinaggio delle comunità delle Hawaii, delle Isole Cook e della Nuova Zelanda, che considerano l’isola la casa della loro cultura sacra.

A pochissimi minuti di traghetto e distanziata da un canale di soli 3 km, si trova la dolcissima isola di Taha’a, un giardino colorato e profumato, terra culla della vaniglia; qui infatti si produce l’80% della vaniglia tahitiana, una varietà unica al mondo e tra l’altro di primissima qualità. Gli agricoltori saranno felici di spiegarvi la complessità della produzione di questa spezia, dove i fiori vengono impollinati uno ad uno a mano, ci vogliono mesi di attesa prima che si possa raccogliere, e ancora il procedimento non è terminato! Il profumo permea ovunque e ovunque viene utilizzata: nelle bevande, nei cibi (soprattutto nella preparazione di dolci squisiti), nelle creme e olii che si trovano negli hotel.

Sui motu a pochi minuti di barca attraversando la laguna si raggiungono sistemazioni da favola adagiate su acque trasparenti e ricche di pesci e fondali colorati, come il fantastico Le Taha’a Island Resort and Spa!  La laguna davanti a questo splendido resort ha colori mozzafiato, di un azzurro inimmaginabile. La struttura è stata tutta costruita con materiali a km zero, creando lavoro per la popolazione locale; l’atmosfera è tipicamente polinesiana, i materiali naturali, davanti alla reception c’è una caratteristica canoa polinesiana ed il ristorante principale è letteralmente realizzato sugli alberi! Non c’è sfarzo né modernità, ma tantissima eleganza e raffinatezza.

Non vi stancherete di rimanere nell’acqua. I fondali sono bassi e si nuota facilmente. Si può raggiungere una bellissima isoletta in mezzo all’acqua poco distante dal resort e da lì magari aspettare il tramonto; oppure si può raggiungere il ricco giardino di coralli che si trova in una pass tra il motu dove si trova il resort quello a fianco. Bellissimo tuffarsi in fondo alla pass e lasciarsi trasportare al rientro, cullati dalla corrente, osservando coloratissimi pesci e coralli.

Scendere per una nuotata direttamente dalla propria camera overwater al mattino o al tramonto non ha prezzo. Il patio fuori è dotato anche di un tavolo riparato da una tettoia, da sfruttare assolutamente chiedendo la colazione in camera! Vi verrà recapitata direttamente dal mare, e potrete godervela in tutta tranquillità e privacy, con una splendida vista su Bora Bora (magari la prossima vostra meta!!! :-)).

Profumo di vaniglia a Taha’a!

Sua Maestà: Bora Bora!

Quando si parla di Polinesia per tutti è normale pensare a Bora Bora. Difficile che la maggior parte delle persone ricordi altri nomi di isole, ma Bora Bora resta nella memoria. Sarà che suona bene, sarà che il suo nome viene ripreso in altri contesti; a volte capita che non si pensi come mai tra tante isole proprio Bora Bora… Il mare è bellissimo in tutte le isole ed in alcune ancora di più! Si possono scegliere resort di ogni tipo: semplici, raffinati, lussuosi in ogni località; barriere coralline coloratissime e fondali ricchissimi caratterizzano tutte le 118 isole della Polinesia Francese. Ognuna ha la sua particolarità ma allora perché proprio Bora Bora è così famosa? Beh un motivo c’è e si capisce all’arrivo con il volo, da fare obbligatoriamente di giorno! La discesa prima dell’atterraggio è qualcosa di indescrivibile: il picco del Monte Otemanu sovrasta fiero e verdissimo su di una laguna turchese da togliere il fiato, contornata da centinaia di motu, lingue di sabbia finissima a ridosso della corona della barriera corallina. Questa è la laguna più grande al mondo, per me questa è “Sua Maestà”. Non esiste una sfumatura di azzurro che qui non sia presente, non c’è una sola persona che possa restare indifferente a tanta bellezza e perfezione, nessun occhio batterà ciglio per non perdersi nemmeno un secondo di questo panorama unico; vorrete rimanere sospesi su quel volo per un tempo interminabile e invece vi sembrerà pochissimo. Ma non preoccupatevi, giusto il tempo di atterrare, e già avrete modo di godervi questo paradiso soggiornando in uno dei bellissimi resort distribuiti sui motu, magari con una bella vista sul Monte Otemanu!

Le Tuamotu: corone di sabbia e corallo!

Durante un viaggio in Poliensia non può mancare un soggiorno su un atollo delle Tuamotu. Completamente diverse rispetto alle isole della Società e molto più antiche geologicamente, sono delle vere corone di sabbia e corallo adagiate sul mare: sembrano come galleggiare nell’Oceano. La laguna all’interno è azzurrissima, caratterizzata da fondali poco profondi ma ricchissimi di pesci grazie alle pass tra i motu. Il mare all’esterno è invece di un blu intenso, acque profonde e non balneabili che sembrano proteggere queste perle dell’Oceano Pacifico. Rangiroa, Tikehau, Fakarava, Manihi: qui lo snorkelling e/o le immersioni sono d’obbligo, immancabile la bellissima Blue Lagoon dove si può vivere un’esperienza indimenticabile come fare il bagno con gli squali!

Ultimo ma non ultimo il Profumo che avvolge ogni cosa, Tahiti ed il suo mercato, la sua gente, la Polinesia tutta: il Tiaré! Fiore simbolo della Polinesia, usato in tantissime occasioni, segno di buon auspicio e simbolo di Amore, ha un profumo che non si potrà non riconoscere e che permea ovunque. È il fiore con il quale vengono fatte le collane e le corone che usano i Polinesiani e che vengono regalate all’arrivo ai turisti, è usuale trovare fiori e petali nelle stanze, sui tavoli e ovunque nei giardini. E se ne volete indossare uno dietro l’orecchio, ricordate: sul lato destro siete liberi, sul lato sinistro il vostro cuore è già occupato! Al mercato potrete scegliere tra vari olii e creme non solo al profumo di Tiaré, ma anche Tipanier, Cocco, Vaniglia… Provate quello che vi piace di più e portatelo a casa, un dolce ricordo che appena aprirete vi riporterà immediatamente dall’altra parte del Mondo.

Tramonto Polinesiano
Rangiroa Isole Tuamotu
Bora Bora
Colazione con vista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+ 7 = 10