Profumo di vaniglia a Taha’a!

Già sorvolando Raiatea e Taha’a, l’impressione che si ha è quella di arrivare in una località magica. In effetti Raiatea, un tempo chiamata Hava’i, è conosciuta come la sede degli Dei; prima isola Polinesiana ad essere popolata, ospita il più spettacolare “marae” del triangolo Polinesiano chiamato Taputapuatea, ed è ancora oggi pellegrinaggio delle comunità delle Hawaii, delle Isole Cook e della Nuova Zelanda, che considerano l’isola la casa della loro cultura sacra.

Con picchi che superano i mille metri a strapiombo sul mare, l’isola non ha molte spiagge balneabili, ma in barca si possono raggiungere i vicini motu e scoprire incantevoli giardini di coralli. Paradiso dei velisti e fonte di interesse per scienziati e amanti della natura, l’isola è unica nel suo genere: qui si trovano circa 30 tipi di piante endemiche, tra cui una varietà del fiore Tiaré “Apetahi”, unico al mondo, che fiorisce solo al tramonto; ed è inoltre l’unico posto della Polinesia in cui si trova un fiume navigabile, secondo la leggenda punto di partenza delle migrazioni verso la Nuova Zelanda e le Hawaii.

A pochissimi minuti di traghetto e distanziata da un canale di soli 3 km, si trova la dolcissima isola di

Dolce gelato e cioccolato alla vaniglia a Vahine

Taha’a, un giardino colorato e profumato, terra culla della vaniglia; qui infatti si produce l’80% della vaniglia tahitiana, una varietà unica al mondo e tra l’altro di primissima qualità. Gli agricoltori saranno felici di spiegarvi la complessità della produzione di questa spezia, dove i fiori vengono impollinati uno ad uno a mano, ci vogliono mesi di attesa

prima che si possa raccogliere, e ancora il procedimento non è terminato! Il profumo permea ovunque e ovunque viene utilizzata: nelle bevande, nei cibi (soprattutto nella preparazione di dolci squisiti), nelle creme e olii che si trovano negli hotel.

Sui motu a pochi minuti di barca attraversando la laguna si raggiungono sistemazioni da favola adagiate su acque trasparenti e ricche di pesci e fondali colorati.

Le Taha’a Island Resort and Spa

Arrivando dall’aeroporto di Raiatea, i colori dell’acqua cambiano con mille sfumature di blu. La laguna davanti a questo splendido resort ha colori mozzafiato, di un azzurro inimmaginabile. La struttura è composta principalmente da camere Overwater; le beach villa con piscina privata ed i servizi sono invece immersi in una rigogliosa natura, dove la privacy la fa da padrona e dove, naturalmente, il profumo di vaniglia e frangipani si diffonde incontrastato. Non c’è sfarzo né modernità, ma tantissima eleganza e raffinatezza. E’ stato tutto costruito con materiali a km zero, creando lavoro per la popolazione locale; l’atmosfera è tipicamente polinesiana, i materiali naturali, davanti alla reception c’è una caratteristica canoa polinesiana ed il ristorante principale è letteralmente realizzato sugli alberi!

Non vi stancherete di rimanere nell’acqua. I fondali sono bassi e si nuota facilmente senza stancarsi. Si può raggiungere una bellissima isoletta in mezzo all’acqua poco distante dal resort e da lì magari aspettare il tramonto; oppure si può raggiungere il ricco giardino di coralli che si trova in una pass tra il motu dove si trova il resort quello a fianco. Bellissimo tuffarsi in fondo alla pass e lasciarsi trasportare al rientro, cullati dalla corrente, osservando coloratissimi pesci e coralli.

Taha’a Island Resort ristorante sugli alberi
Taha’a Island Resort Overwater
Giardino di coralli a Taha’a

Spettacolare la Spa che si affaccia sulla laguna interna dove farsi coccolare con un prezioso massaggio all’olio di monoi.

La mia sistemazione era una overwater, le tipiche camere sull’acqua. Si accede tramite curatissimi pontili e le stanze possono essere rivolti verso l’isola Taha’a, verso Bora Bora o verso il tramonto. Le camere sono molto ampie e dotate di ogni comfort. Ai piedi del letto c’è la tipica fessura dove la sera si può accendere la luce e vedere i pesciolini che arrivano a nuotare e cercare qualcosa da mangiare. Tramite una grandissima porta finestra si accede al terrazzo fuori, anche questo molto ampio con sdraio comodissime e con una scaletta che permette un facile accesso in acqua. Scendere per una nuotata al mattino o al tramonto direttamente dalla propria camera non ha prezzo. Il patio fuori è dotato anche di un tavolo riparato da una tettoia, da sfruttare assolutamente chiedendo la colazione in camera! Vi verrà recapitata direttamente dal mare, e potrete godervela in tutta tranquillità e privacy, con una splendida vista su Bora Bora (magari la prossima vostra meta!!! :-)).

Vahine Private Island

E per chi cerca un’esperienza veramente intima Vahine Private Island è il luogo perfetto. Solamente 9 camere, accogliente, ricercato, confortevole e altrettanto esclusivo. La direttrice (italiana) è di una gentilezza unica, trovare posto qui è difficilissimo (9 camere sono veramente poche). Se non doveste farcela è molto semplice organizzare un’escursione da Taha’a e godersi una giornata qui. Cibo raffinato di altissima qualità, un giardino immenso con palme da cocco altissime, una piccola spa dove potrete godervi un massaggio con sottofondo il rumore del mare, un giardino di coralli ed una laguna vastissima, lo scenario perfetto per prendere a noleggio una canoa e girare tra i motu scegliendo il posto più adatto per fermarsi a fare snorkelling. Un vero paradiso sulla terra.

Silvia

la laguna di Taha’a
Vahine Island la laguna
Vahine Island giardino di palme
Vahine Island aperitivo con vista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

43 + = 45